D'estro

D'estro

di Massimiliano D'Epiro

Un bambino di dodici anni. Una madre affetta da "ipermnesi assoluta", che ogni giorno crede di avere un'età diversa. E poi Roma, le sue strade più oscure, gli acidi bagliori di vite degradate da droga, sesso e violenza.