La strada bianca. Storia di una passione

La strada bianca. Storia di una passione

di Edmund De Waal

Il nuovo, attesissimo libro di Edmund de Waal, l’autore che con "Un’eredità di avorio e ambra" ha conquistato la critica e i lettori italiani. «Ho amato ogni parola di questo libro...

De Waal conosce perfettamente il materiale che ha trasformato in vasi bellissimi; un libro magico che alla fine crea un rapporto profondo con il suo lettore». – A. N. Wilson, «Financial Times» «Incantevole» - Natalia Aspesi, «la Repubblica» In parte memoir, in parte racconto storico, in parte detective story, "La strada bianca" racconta la storia dell’ossessione per l’alchimia, l’arte, la ricchezza e la purezza. Con uno stile avvicente e insieme colloquiale, come in Un’eredità di avorio e ambra, Edmund de Waal evoca la mappa di un desiderio.

Una narrazione intima, strutturata intorno a cinque viaggi attraverso i paesi dove la porcellana è stata sognata, perfezionata, collezionata e desiderata. Edmund de Waal, ceramista di fama mondiale, racconta la sua passione per l’«oro bianco» e tenta di capire il fascino misterioso dell’argilla e come la sua fragilità e il suo colore abbiano ossessionato e condizionato per secoli le sorti di uomini, regni, imperi e filosofie. Una manciata di minuscole sculture giapponesi ha ispirato a Edmund de Waal Un’eredità di avorio e ambra. E una manciata di candidi detriti raccolta sul monte Kao-Ling, in Cina, spinge l’autore a esclamare «Questo è il mio inizio». L’inizio di un viaggio sulle tracce dell’«oro bianco», per raccontare la storia della porcellana.