I nove giorni di Dunkerque. Dall'avanzata tedesca all'operazione Dynamo

I nove giorni di Dunkerque. Dall'avanzata tedesca all'operazione Dynamo

di David Divine

Se è vero che la storia non si scrive con i "se" e con i "ma", è vero anche che a Dunkerque la sorte giocò un ruolo decisivo, influenzando il corso degli eventi in modo più che mai determinante. Cosa sarebbe accaduto se le corazzate tedesche, capitanate dagli abili condottieri Guderian e Rommel, non avessero subito un'improvvisa battuta d'arresto durante la loro avanzata? Pur conservando tutta la vivacità e il pathos della cronaca, il volume di David Divine offre un'accurata ricostruzione delle operazioni terrestri, iniziate con l'irruzione delle armate tedesche attraverso il territorio belga e olandese e terminate con l'arroccamento delle forze britanniche e francesi nel quadrilatero di Dunkerque, e una descrizione particolareggiata dell'"operazione Dynamo", ovvero del reimbarco delle forze stesse sulla miriade di unità navali che l'ammiraglio Ramsay e i suoi collaboratori con abilità organizzativa e capacità d'improvvisazione riuscirono a raccogliere in poco più di una settimana.

Dai porti in rovina e in presenza di un agguerrito nemico, queste disparate unità riuscirono a recuperare, nei "nove giorni di Dunkerque", quasi 340.000 uomini.