Il vecchio ciliegio di Manhattan

Il vecchio ciliegio di Manhattan

di Enrico Casartelli

Lorenzo Colombo è un uomo di successo, a soli trentacinque anni è un alto dirigente in una delle più potenti multinazionali informatiche americane. Da anni vive e lavora a New York dove frequenta Coline, una pittrice francese. Juliet Gray è una detective della Polizia di New York. È famosa per la bravura investigativa e il proprio capo, responsabile di uno dei più importanti distretti nel quartiere di Manhattan, l'ha già indicata come prossimo suo successore.

Nella sera in cui Lorenzo e Coline decidono di convivere la giovane artista viene brutalmente assassinata, nelle stesse ore un potente virus blocca tutti i siti della multinazionale americana.

L'uomo, licenziato dalla compagnia, ma soprattutto scosso dalla tragica perdita, decide di tornare in Italia. Vuole iniziare una nuova vita e proseguire nell'attività di meccanico di suo padre. Dopo poco tempo Juliet, a cui vengono affidate le indagini del delicato omicidio, lo raggiungerà... Il romanzo è ricco di digressioni su ambienti e soprattutto culture che spesso si incontrano e si altercano nelle loro peculiari diversità.